Esploramenu chevron icon

Casavo01 maggio, Marketing Casavo

Ristrutturare casa: 5 cose da fare prima di iniziare i lavori

Ristrutturare casa è un’occasione per vivere in un ambiente totalmente diverso: ti permette, infatti, di dare libero sfogo alla fantasia. Che si tratti di rinnovare la casa in cui abiti da anni, un appartamento appena acquistato o la ristrutturazione della vecchia villa di famiglia, potrai finalmente riprogettare gli spazi come li hai sempre desiderati. Ma come ristrutturare casa al meglio?

Per ridurre al minimo il rischio di ritardi e brutte sorprese è importante avere le idee chiare già in partenza. In questo modo riuscirai ad affrontare meglio le varie fasi di ristrutturazione e gestire eventuali imprevisti con la giusta preparazione.

Per non trasformare i tuoi sogni in un incubo, abbiamo raccolto per te una serie di utili consigli per ristrutturare casa senza perdere il sorriso.

Ristrutturazione casa: come valutare il preventivo

Come prima cosa cerca di farti un’idea della spesa da sostenere. L’iter per la ristrutturazione di una casa è più facile quando hai le idee chiare: questo ti darà anche un’idea più precisa di come applicare il budget e stabilire le priorità che vuoi dare ai vari lavori. Quando richiedi un preventivo a un’impresa edile controlla che sia compilato nel modo più chiaro e trasparente possibile, con i vari interventi suddivisi per voci e con i singoli costi per metro quadro. Ipotizziamo, ad esempio, che tu abbia bisogno di questi lavori:

  • rinnovare gli impianti elettrici e idraulici;
  • sostituire gli infissi;
  • eseguire lavori di isolamento e coibentazione;
  • ripavimentazioni;
  • tinteggiature.

La ditta deve indicare i dettagli di ogni attività. Se occorre, quindi, tinteggiare un appartamento di 100 metri quadri dovrai trovare sia il costo al mq – che ipotizziamo possa essere di 25€ – che il prezzo complessivo, in questo caso 2.500€.

Per la ristrutturazione della casa, i preventivi devono poi includere i conteggi dell’IVA, al 10% per gli interventi, e al 22% per le spese tecniche e burocratiche.

Di solito, le imprese specializzate sono anche in grado di aiutarti a capire cosa serve per ristrutturare casa in termini di documenti e autorizzazioni, come la CILA (Comunicazione di inizio lavori asseverata) o il permesso di costruire.

Consigli di design per la ristrutturazione della casa

Prima di richiedere un preventivo per i lavori di ristrutturazione della tua casa rifletti con calma sugli interventi che desideri fare. Prepara una lista dei desideri su come vorresti trasformare la tua abitazione: ti aiuterà durante i lavori e avrai le risposte alle eventuali domande che potranno nascere in corso d’opera.

Vediamo i nostri cinque consigli sulla ristrutturazione della casa per cominciare nel modo giusto.

Come scegliere il pavimento

Partiamo dalla base, e non solo in senso figurato: mai sottovalutare l’importanza del pavimento in un’abitazione. Si tratta, forse, dell’impronta di stile più evidente in una casa. Inoltre, i colori scelti possono fare moltissimo per la luminosità dell’ambiente.

Le opzioni a tua disposizione sono moltissime – marmo, parquet, gres porcellanato e tanti altri ancora – e riguardano soprattutto il tuo gusto individuale. Per una serie di motivi tecnici, però, è meglio fare attenzione a quello che sceglierai.

Ogni pavimentazione ha le proprie caratteristiche uniche, ognuna delle quali può risultare determinante nel successo della ristrutturazione di una casa. Partiamo, ad esempio, dallo spessore dei vari tipi di pavimento. Ad esempio:

  • una lastra di marmo può raggiungere i trenta millimetri;
  • una piastrella in media è spessa tra i cinque e i dieci millimetri;
  • il linoleum e la resina misurano appena tra l’uno e i tre millimetri.

Possono sembrare dettagli irrilevanti per una ristrutturazione, ma una pavimentazione più o meno spessa ha una grande importanza per definire il sottofondo, ossia la base su cui poi verrà posata. Se non sceglierai con cura il tipo di pavimento potresti ritrovarti a dover interrompere i lavori e cercare una nuova soluzione. Il tutto con un conseguente ritardo nella ristrutturazione della casa. Un’altra cosa da tenere in considerazione è la manutenzione: alcuni tipi di pavimento sono più delicati di altri e richiedono una maggior cura. Qualunque sia la tua scelta finale, abbi cura di informarti anche su come mantenere i tuoi pavimenti lucidi e ben tenuti per il futuro.

Come scegliere la cucina giusta

La cucina è una delle stanze più importanti per creare uno spazio accogliente: la cucina è, spesso, anche il luogo in cui si riuniscono gli ospiti. Per rinnovarla nel modo giusto è meglio arrivare preparati, perché dovrai soddisfare in colpo solo fattori sia estetici che tecnici. Quando pensi alla tua cucina, infatti, non trascurare questi elementi:

  • gli scarichi idraulici per il rubinetto e, eventualmente, per la lavastoviglie e lavatrice;
  • gli allacci elettrici per i grandi elettrodomestici come forno e frigorifero;
  • la giusta disposizione delle prese di alimentazione per gli elettrodomestici secondari (microonde, frullatore, tostapane, ma anche il televisore).

La soluzione migliore per evitare brutte sorprese è procurarsi una planimetria dettagliata dell’ambiente e portarla con te quando vai in giro per i rivenditori: in questo modo potrai verificare subito che la cucina che ti interessa sia veramente quella giusta per te. In questo modo potrai avviare serenamente i tuoi lavori di ristrutturazione e ottenere la cucina dei tuoi sogni.

Lo stile degli arredi

I mobili sono l’anima della nostra casa. L’arredamento ci aiuta a esprimere la nostra personalità e a dare note uniche all’ambiente. L’arredamento può aiutare a rendere l’ambiente più arioso o luminoso, può essere funzionale e creativo, o rispecchiare al meglio il tuo gusto. È anche importante che sia pratico, ovviamente.

Sapere già all’inizio dell’iter di ristrutturazione della casa come vorrai arredarla ti aiuta a definire una serie di dettagli necessari per integrare i mobili al meglio. Immagina la disposizione dell’arredo e gli ingombri su una semplice pianta e valuta se realizzare, per esempio, armadi a muro o librerie su misura: ottime soluzioni per guadagnare spazio e dare un tocco unico alle tue stanze. Anche la scelta dei materiali è importante: accertati che i colori e le texture dei mobili che sceglierai non stonino con i pavimenti e le pareti. In questo modo avrai a disposizione un ambiente armonico che renderà perfetta la tua casa.

Impianto di riscaldamento

Nei progetti di ristrutturazione casa, poi, non sottovalutare l’importanza dell’impianto di riscaldamento. La scelta dell’impianto che riscalderà la tua abitazione ha una duplice valenza – tecnica e tecnologica – e avrà un notevole impatto anche sull’estetica in generale.

I classici radiatori a parete, ad esempio, occupano spazio e limitano le scelte d’arredo. Per i sistemi di climatizzazione ci sono da considerare le prese d’aria e la distribuzione dei canali d’aerazione per le varie stanze, e decidere se realizzare o meno una controsoffittatura per nasconderli. Se il tuo sogno è sempre stato l’impianto a pavimento per poter camminare sul caldo a piedi nudi, verifica la possibilità di coniugare la scelta dei pannelli radianti con il pavimento che più ti piace.

Prenditi del tempo per fare la scelta giusta e ricorda: se trascuri i riscaldamenti potresti dover prendere decisioni di ripiego che ti allontaneranno dal tuo progetto iniziale.

Infissi, rivestimenti e isolamento acustico pareti

Parliamo, infine, di alcuni elementi che troppo spesso vengono considerati dei dettagli e finiscono così per essere quasi ignorati. Gli infissi, i rivestimenti delle pareti e i sistemi di isolamento acustico non sono semplici complementi, ma meritano un’attenta riflessione quando pensi a come rinnovare casa.

Non si tratta solo di decisioni estetiche: queste tipologie di interventi, infatti, aiutano a migliorare l’efficientamento energetico, a ridurre i consumi e ad aumentare il valore complessivo della tua abitazione. Si tratta, quindi, di un aspetto indispensabile per non rischiare di gravare sulla tua bolletta. L’isolamento acustico, inoltre, può rivelarsi un alleato prezioso se abiti in città.

Occhio ai vantaggi fiscali ed ecobonus

La legge di bilancio 2020 prevede delle agevolazioni per chi decide di rinnovare casa, come gli incentivi per la ristrutturazione e il cosiddetto ecobonus per gli interventi che riducono l’impatto ambientale di un fabbricato.

I contributi per la ristrutturazione non fanno distinzione tra prime e seconde case e prevedono una detrazione del 50% del valore della spesa dall’IRPEF per diverse categorie di lavori edili, tra cui la manutenzione, il restauro o la ristrutturazione di singoli immobili.

Con l’ecobonus, invece, hai diritto a detrazioni comprese tra il 50 e il 65% dell’ammontare complessivo, per interventi che riguardano:

  • l’installazione di impianti fotovoltaici;
  • l’isolamento termico dell’abitazione;
  • lavori mirati alla riduzione del consumo energetico per il riscaldamento;
  • l’installazione di schermature solari e di finestre con infissi.

Per tutti i dettagli sugli incentivi sulle ristrutturazioni e per scoprire come ridurre i costi ti invitiamo a leggere il nostro articolo sui bonus e le agevolazioni.

Noi di Casavo conosciamo bene l’importanza di una casa in cui sentirsi davvero a proprio agio. Non lasciare che la gioia di un cambiamento lasci il posto al malumore. Con questa guida speriamo di averti fornito alcuni consigli utili su come ristrutturare casa e realizzare al meglio i tuoi progetti abitativi!

Ottieni una valutazione immediata online

Indirizzo
infoInserisci un indirizzo per procedere con la valutazione.
Indirizzo
infoInserisci un indirizzo per procedere con la valutazione.