Vendi Casa
Compra Casa
casavo
Casavo Perché...
Sei un'agenzia?
Menu
Supporto

Vuoi qualche informazione in più?

Cos’è Casavo?

Vedi Tutte

Parla con noi

La chiamata è a nostro carico
Ti rispondiamo dal lunedì al venerdì
dalle 9.30 alle 17.30 800180476

Casavo Perché...

Chevron BackLista degli articoli

Casavo03 agosto, Il team di Casavo

Riscaldamento centralizzato: come funziona e come distaccarsi

https://images.reactbricks.com/original/e424e3e6-f108-48ac-98cc-79a11553a548.png

Stai andando a vivere in un condominio e temi il momento delle bollette invernali? Allora è essenziale comprendere come funziona un impianto di riscaldamento centralizzato. Si tratta di un sistema molto diffuso che offre alcuni vantaggi rispetto a quello autonomo, ma bisogna capire se sia davvero la soluzione ottimale per te.

Prima che tu decida se storcere il naso o meno, ci pensiamo noi di Casavo a chiarirti le idee su vantaggi e svantaggi - e a spiegarti come, eventualmente, distaccartene.

Occhio ai conti: vantaggi e svantaggi del riscaldamento centralizzato

Nessun sistema è perfetto al 100%, ma conoscere le caratteristiche del riscaldamento centralizzato ti permetterà di usarlo meglio e anche di risparmiare.

Pro: un unico impianto

Quando è previsto il riscaldamento centralizzato, i condomini condividono una sola caldaia che serve tutti gli appartamenti. Perciò non devi acquistarne una tua personale, né pensare alla sua manutenzione annuale.

Pro: maggiore efficienza

Le caldaie dei sistemi a riscaldamento centralizzato sono più efficienti e meno inquinanti perché, a parità di potenza, consumano meno energia. Inoltre durano a lungo e richiedono meno interventi di riparazione.

Pro: costi divisi

Tutte le spese, compresa la pulizia della caldaia, sono suddivise fra chi vive nel condominio.

Contro: fasce orarie stabilite a priori

L’aspetto spiacevole del funzionamento di un impianto di riscaldamento centralizzato è che non puoi decidere quando accendere i termosifoni e come utilizzarli.

La temperatura ottimale per gli edifici privati è stabilita per legge a 20º, e non dovrebbe mai superare i 22º. La legge numero 10 del 09/01/1991, poi, ha diviso l’Italia in zone in base alle loro caratteristiche geografiche, stabilendo alcune regole di utilizzo dei caloriferi.

ZonaOre di accensionePeriodo di accensione
A61 dicembre - 15 marzo
B81 dicembre - 31 marzo
C1015 novembre - 31 marzo
D121 novembre - 15 aprile
E1415 ottobre - 15 aprile
FNessun limiteNessun limite

Anche le fasce orarie di accensione di un impianto di riscaldamento centralizzato sono decise a priori, dal singolo condominio.

Contro: la scelta dell’impianto

Non puoi scegliere in autonomia il tipo di combustibile da utilizzare o il modello di radiatori che si abbina meglio al tuo arredamento.

Contro: bollette più alte

Ti godrai una casa generalmente calda, a fronte di una spesa per il riscaldamento maggiore.

Quando si parla di efficienza energetica bisogna considerare tutti questi aspetti, ma non solo. Basta pensare all’isolamento termico di un’abitazione e ai vantaggi che comporterebbe un cappotto termico, oppure alla convenienza di investire su infissi migliori grazie al Superbonus 110. Purtroppo, però, condividendo l’impianto con il resto del condominio non è sempre possibile svolgere le ristrutturazioni desiderate. Se quindi desideri un controllo totale sulle tue utenze, la rete autonoma è l’unica opzione.

Come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento centralizzato

È possibile possedere un impianto di riscaldamento autonomo in condominio con riscaldamento centralizzato? Certamente, e richiede una semplice procedura.

Se intendi sfruttare i vantaggi di una caldaia privata - magari un modello ecologico a biomassa - devi sapere come staccarti dall'impianto di riscaldamento centralizzato. L’importante è non danneggiare il sistema di riscaldamento dell’immobile, non alterare il suo equilibrio termico e non arrecare danni agli altri condomini. Ci penserà un perito a valutare la sostenibilità dei lavori, così neppure l’assemblea di condominio potrà contestare la tua decisione.

C’è solo un piccolo inconveniente, però: non per raffreddare il tuo entusiasmo, ma devi sapere che può essere piuttosto costoso. Dovrai infatti acquistare una nuova caldaia e una canna fumaria, adattare l'impianto precedente e pagare la perizia tecnica.

La buona notizia è che esistono svariati accorgimenti per ridurre i costi anche senza rinunciare al riscaldamento centralizzato.

Alcuni consigli per risparmiare sui costi da riscaldamento centralizzato

Se ti chiedi come risparmiare con il riscaldamento centralizzato, il primo passo da fare è acquistare le valvole termostatiche. Con questi strumenti diventa semplicissimo regolare la temperatura dei termosifoni, e puoi finalmente evitare di scaldare alla massima potenza quando non sei in casa.

Abbinandole ai dispositivi che misurano i consumi, ormai obbligatori dal 2016, ogni appartamento paga soltanto ciò che effettivamente usa. Ti sembrerà un compromesso, ma è un po’ come disporre del riscaldamento centralizzato con un contatore autonomo.

Non finisce qui: hai a disposizione molte altre soluzioni per alleggerire i costi del riscaldamento centralizzato. Sfruttare il più possibile la luce naturale, montare un impianto a pavimento e non coprire i termosifoni quando in funzione sono certamente consigli utili, ma non ottimizzeranno i consumi quanto un regolare monitoraggio. Ormai in commercio esistono accessori tecnologici che ti permettono di migliorare il modo in cui riscaldi casa, e quindi risparmiare parecchio sulle bollette. Se la casa del futuro diventa smart, i dispositivi di domotica sono già il presente - e una soluzione intelligente per chi come te vuole ottimizzare i costi.

Image
10 case famose che hanno fatto la storia del cinema
Casavo

10 case famose che hanno fatto la storia del cinema

Ville nobiliari, antichi palazzi e grandi saloni hanno fatto sognare gli spettatori di ogni epoca. Scopri quali sono le case più belle della storia del cinema!

10 consigli e idee fai da te per arredare una casa piccola
Casavo

10 consigli e idee fai da te per arredare una casa piccola

Hai una casa piccola e hai voglia di cambiarne l'arredamento? Vieni a leggere i dieci consigli fai da te di Casavo!

10 consigli e idee per arredare casa con colori pastello
Casavo

10 consigli e idee per arredare casa con colori pastello

Come usare i colori pastello per dare al proprio arredamento un tocco di primavera o di design vintage che ammicchi agli anni ’40 e ’50. Scopri di più!

Ottieni una valutazione immediata online