Esploramenu chevron icon

Casavo17 gennaio, Marketing Casavo

Vantaggi e rischi di comprare una casa in costruzione direttamente dal costruttore

Quando si decide di acquistare casa e si cerca un immobile adatto alle proprie esigenze, si tende a volgere lo sguardo verso abitazioni già esistenti. In alcuni casi, però, ci si può imbattere in immobili in costruzione che potrebbero suscitare interesse; può trattarsi di abitazioni in via di realizzazione oppure di progetti ancora sulla carta.

Ma conviene davvero comprare un immobile in costruzione direttamente dal costruttore?

I vantaggi di comprare una casa in costruzione

Vi sono sicuramente diversi vantaggi nell’acquisto si una casa ancora in costruzione, legati soprattutto a flessibilità e qualità.

  • È possibile personalizzare l’immobile sulla base delle proprie preferenze e necessità, anche a livello di divisione degli spazi; per esempio, si può optare per un living open space anziché una divisione tra soggiorno e cucina.
  • Tutti gli impianti e gli elementi tecnici devono rispettare normative e standard in vigore, e avranno pertanto una qualità maggiore rispetto ad abitazioni più datate; pensiamo per esempio agli impianti elettrici con classe energetica più alta e di conseguenza minori consumi.
  • È molto improbabile che si rendano necessari lavori di manutenzione, almeno nei primi anni, salvo errori di costruzione da cui l’inquilino può tutelarsi preventivamente.

Rischi e svantaggi di acquistare una casa dal costruttore

Allo stesso modo, vi sono alcuni punti a cui il compratore deve prestare attenzione al momento dell’acquisto, per tutelarsi da eventuali problematiche future, e alcuni svantaggi da prendere in considerazione.

  • Nel momento dell’acquisto è necessario versare un anticipo al costruttore che, nel caso in cui esso fallisse, può essere messo a rischio se non correttamente tutelato.
  • Tendenzialmente, comprare una casa nuova ha costi maggiori rispetto a comprarne una già esistente – costi che, spesso, possono però essere ammortizzanti nel tempo risparmiando su lavori di manutenzione o ristrutturazione, sulle bollette e via dicendo.
  • Con una casa nuova, il momento di consegna dell’immobile può essere ritardato per diversi motivi ed è quindi necessario avere una certa flessibilità sulla data di ingresso.
  • Potrebbero, in alcuni casi, nascere delle divergenze con il costruttore sulle aspettative per la realizzazione della casa: spesso, infatti, il costruttore si è già fatto un’idea di come dividere gli spazi e realizzare l’abitazione, idea che può differire da quella dell’acquirente rendendo necessaria una negoziazione.
  • Prima del 2005 le protezioni a tutela dell’acquirente erano molto limitate, mentre con il decreto legislativo n°122 uscito del giugno di quell’anno esse sono state implementate notevolmente.

Tutele per chi compra una casa in costruzione

Chi compra una casa in costruzione direttamente dal compratore ha diritto a una serie di tutele che lo proteggono da eventuali rischi che si possono verificare in corso d’opera.

Fidejussione del costruttore

Il costruttore è obbligato a fare una fidejussione bancaria o assicurativa a fronte di tutti i versamenti fatti prima del rogito che trasferisce la proprietà dell’immobile. Essa, infatti, garantisce la protezione di tutte le somme versate dall’acquirente: il costruttore ha l’obbligo di adempiere a questi pagamenti e gli enti finanziari (la banca o la compagnia assicurativa con cui è stipulata la fidejussione) devono garantire che questo accada.

Il costo della fidejussione è a carico del costruttore e varia in base al rischio; spesso, questa spesa viene caricata sul prezzo di acquisto dell’immobile.

La polizza assicurativa sull’immobile

Il costruttore è responsabile per 10 anni dell’immobile in caso di difetti di costruzione o eventuali danni secondo l’articolo 1669 del Codice Civile. Per questo, egli è tenuto a stipulare una polizza assicurativa sull’immobile.

È consigliabile, nel momento in cui si acquista la casa, chiedere di visionare la polizza per essere a conoscenza di quali sono i danni coperti dall’assicurazione.

Fondo di solidarietà in caso di fallimento

Nel caso in cui il costruttore fallisca e questo danneggi l’acquirente, quest’ultimo ha diritto ad accedere a un fondo di solidarietà istituito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

La stipula del contratto

Al momento del rogito viene stipulato un contratto preliminare che deve includere:

  • dati di acquirente e costruttore,
  • dati catastali dell’immobile,
  • descrizione delle caratteristiche tecniche e urbanistiche dell’abitazione,
  • indicazione di eventuali vincoli o ipoteche che potrebbero pendere sulla casa,
  • tempi massimi di costruzione e consegna dell’immobile,
  • prezzo complessivo e modalità di pagamento,
  • estremi della richiesta e del permesso di costruire,
  • dettagli della fidejussione.
     

Inoltre, è necessario verificare che non vi siano ipoteche a nome di terzi sull’immobile e che sia stato operato il frazionamento dell’accollo del mutuo; queste verifiche, così come la scrittura del contratto, sono in capo al notaio.

Ottieni una valutazione immediata online

Indirizzo
infoInserisci un indirizzo per procedere con la valutazione.
Indirizzo
infoInserisci un indirizzo per procedere con la valutazione.