Esploramenu chevron icon

Quanto tempo ci vuole per vendere casa? | Casavo

Capitolo

1

Casavo guide

Come vendere una casa


Capitolo 1:

Casavo, Marketing Casavo

Quanto tempo ci vuole per vendere casa? | Casavo

Quanto tempo ci vuole per vendere una casa?

Stai valutando di vendere la tua casa? Probabilmente, tra le molte domande che si sono andate formando nella tua testa c’è anche questa: quanto tempo ci vuole per vendere casa?

I fattori che determinano i tempi di vendita

La verità è che non esiste una tempistica standard e prevedibile; come spesso accade in questo settore, ci sono molti fattori che contribuiscono alle tempistiche di vendita di un immobile. Ecco gli elementi che influiscono maggiormente e come possono essere minimizzati i tempi di vendita.

Privato o agenzia

Vendere privatamente non solo comporta diversi rischi per il venditore, ma tende ad allungare anche notevolmente le tempistiche. Infatti, se vuoi vendere in autonomia la tua casa, devi prendere in considerazione il fatto che dovrei gestire da solo tutta la parte di settaggio dell’annuncio – piattaforme, fotografie, descrizioni, ecc – ma anche i passaggi che seguono di contatto con i potenziali acquirenti, visita, risposta alle domande e stesura di contratti.

Per accelerare i tempi puoi affidarti a un’agenzia immobiliare o a una piattaforma online come Casavo, che ti permette di valutare la tua casa direttamente online e ti mette in contatto con gli acquirenti giusti per te.

La zona in cui si trova la casa

La posizione della casa che vuoi vendere ha sicuramente un certo impatto sulle tempistiche di vendita. Questo perché, a seconda della zona, la richiesta è più o meno elevata. Le principali differenze che possono essere fatte sono:

  • Grandi città: sono sicuramente le zone che riscuotono un maggiore interesse da parte degli acquirenti. L’elevata concentrazione di servizi e le prospettive occupazionali rendono le città una delle zone più appetibili.
  • Periferia: anche in questo caso, il driver è proprio la città con le sue opportunità. Questa tipologia di zona attira chi cerca un prezzo più contenuto o chi preferisce zone più tranquille, ma comode per raggiungere la città.
  • Paesi: vendere una casa in un paese potrebbe richiedere più tempo, in quanto la richiesta è più ridotta rispetto a una grande città.
  • Zone turistiche: in questo caso, si può ambire principalmente a vedere la propria casa a un acquirente che sta cercando una seconda casa. La richiesta in queste zone è altalenante e varia molto sulla base dei servizi offerti dalla zona e dalla casa stessa. Sicuramente, in montagna o al mare, è più semplice affittare – anche per periodi lunghi – ma la vendita non è comunque impossibile.

La tipologia di casa

Anche la dimensione e la divisione degli spazi della casa influenzano notevolmente la richiesta e, di conseguenza, le tempistiche di vendita. Le case più facili da vendere sono bilocali, trilocali e quadrilocali, adatti sia per coppie sia per famiglie. Più difficile, invece, è trovare acquirenti per case piccole come monolocali e loft; questi, di solito, sono più facili da affittare a studenti o giovani lavoratori. L’altro lato della medaglia sono le case molto grandi, con 5 o più locali o con benefit, come ampi giardini o terrazze, piscine e via dicendo. Questo tipo di appartamento o di casa indipendente avrà sicuramente un valore e quindi un prezzo più alto e, al tempo stesso, si presterà a famiglie più numerose o persone che hanno bisogno o desiderano molto spazio.

Possiamo quindi dire che, la via di mezzo, sia la più facile da vendere ma che è possibile trovare la giusta clientela anche per case piccole o grandi.

Condizioni dell’abitazione

Quando si compra casa, la condizione dell’abitazione gioca un ruolo importante nella scelta. Una casa con evidenti lavori di ristrutturazione da fare può risultare meno allettante per diversi motivi:

  • Richiede un investimento per la ristrutturazione più o meno ingente,
  • Scatena timori rispetto a possibili problemi successivi,
  • Al momento della visita, risulta più difficile immaginarla fatta e finita.
     

Prima di mettere in vendita una casa bisogna quindi decidere se ristrutturarla prima di venderla, alzando poi il prezzo finale, o venderla da ristrutturare. In questo secondo caso è molto importante essere chiari sui lavori necessari, ma anche cercare di rendere la casa più appetibile possibile nell’aspetto tramite tecniche di home staging.

Qualsiasi sia la scelta, nel momento in cui si organizzano le visite è importante presentare al meglio l’abitazione: una casa pulita e ordinata, magari con i muri ridipinti, può attirare l’attenzione e convincere più in fretta l’acquirente rispetto a una trasandata.

Anche in questo caso, affidarsi a esperti del settore può aiutare a capire come meglio presentare un’abitazione per incontrare aspettative e gusti dei potenziali clienti.

Il prezzo di vendita

La dimensione della casa, l’anno di costruzione, lo stato della stessa e i benefit influiscono sul prezzo dell’abitazione. Anche in questo caso, i prezzi nella media sono quelli che generalmente hanno più richiesta; infatti, i prezzi bassi corrispondono spesso a case che richiedono interventi pesanti o ad abitazioni piccole o fuori mano. Al contrario, nella fascia più alta di prezzo di solito troviamo case molto ampie, nuove, centrali o con molti benefit.

Le fasce di prezzo sono 3:

  • La più bassa, destinata agli speculatori immobiliari,
  • Fascia media, che rispecchia il valore di mercato della casa,
  • Prezzo più elevato, che è disposto a pagare solo chi è estremamente interessato alla casa.

Mercato immobiliare

Su questo elemento, puoi fare ben poco. Il mercato immobiliare è mutevole e ci sono momenti in cui vendita e acquisto sono più o meno favorevoli: un mercato immobiliare caldo ha molta domanda, poca offerta e prezzi in crescita.

Il mercato immobiliare può cambiare molto rapidamente e, in alcuni casi, segue una stagionalità.

Quali sono i tempi medi di vendita di una casa

Premesso che è difficile fare una stima esatta, possiamo individuare diverse casistiche:

  • Nel migliore dei casi, quando si ha una casa che incontra una buona richiesta e si adotta una strategia vincente, si può impiegare anche meno di due mesi;
  • La situazione più comune richiede dai 3 ai 6 mesi;
  • Se l’abitazione non rispecchia pienamente gli interessi dei potenziali acquirenti, ci potrebbe volere dai 6 mesi a un anno;
  • Nei casi più complessi, è possibile che il processo di vendita richieda più di un anno ma, in questi casi, è essenziale rivedere la strategia.

Quando tempo ci vuole a vedere casa con Casavo?

Se scegli di affidarti a Casavo per vendere la tua casa, il processo, oltre a essere estremamente semplice e comodo, è anche rapido grazie a un algoritmo che è in grado di abbinare acquirenti e venditori sulla base delle preferenze dei primi e della disponibilità dei secondi.

Ecco gli step di vendita:

  • Casavo valuta la tua casa rapidamente, direttamente online;
  • Una volta stimato il valore, puoi iniziare a dare un’occhiata – senza impegno – ai profili degli acquirenti;
  • Dopo di che puoi condividere una planimetria e le foto, per testare l’interesse;
  • Infine, Casavo individua per te alcuni acquirenti effettivamente interessati;
  • E ti accompagna poi in tutto il processo di vendita, prendendo in carico burocrazia e documentazioni.
menu icon

Tutti i capitoli

© Casavo Management S.p.A.

P.IVA: 10540340964