Chevron BackLista degli articoli

Casavo23 aprile, Il team di Casavo

Come calcolare il budget per l’acquisto della tua casa?

https://images.reactbricks.com/original/715517c7-8724-48e4-808a-858273e934a7.jpg

Acquistare casa è uno dei momenti più emozionanti della vita. Vuol dire aver trovato finalmente il posto perfetto per noi, che racchiude in sé tutte le caratteristiche che abbiamo sempre desiderato (o quasi): terrazzo, box auto e magari anche una stanza in più per lavorare da casa.

Prima di stringere le chiavi tra le mani, però, sai bene che ci sono diverse pratiche da sbrigare. Una di queste è calcolare il budget per l’acquisto della casa in maniera scrupolosa: oltre al prezzo dell’immobile, infatti, non bisogna tralasciare le spese accessorie.

Per aiutarti a fare una stima realistica di quanto spenderai per comprare la tua nuova casa, noi di Casavo abbiamo pensato di fornirti una lista degli oneri di cui tenere conto.

1. Parcella del notaio

Le spese notarili dipendono da diverse variabili:

  • il valore dell’immobile che stai acquistando;
  • la città in cui si trova la proprietà;
  • la tipologia di abitazione, e quindi se si tratta di una prima o seconda casa;
  • la richiesta di un mutuo.



In quest’ultimo caso il notaio dovrà stipulare un atto di compravendita e un atto di mutuo: maggiori saranno il prezzo della casa e l’importo del finanziamento, maggiore sarà la parcella del notaio. In caso di finanziamento sarà infatti necessaria anche l’iscrizione di un’ipoteca a garanzia del mutuo stesso, che di norma equivale al doppio dell’importo erogato. Insomma, una serie di documenti che fanno lievitare il compenso del professionista a cui chiederai supporto.

Non preoccuparti però: a tutela dei cittadini, dal 2005, esiste la normativa prezzo-valore, che garantisce una maggiore trasparenza ed equità nelle tariffe quando l’acquirente è una persona fisica. Presentando una domanda ufficiale al notaio - che ovviamente dev’essere approvata - le spese da sostenere vengono ridotte del 30% e la tassazione viene calcolata sul valore catastale dell’immobile.

Per altri approfondimenti sul rogito, dai un’occhiata all’articolo che abbiamo scritto proprio sui documenti che il notaio deve produrre.

2. Imposte

Anche le tasse legate all’acquisto vanno a incidere sul budget finale. L’imposta di registro ammonta al 2% del valore catastale dell’immobile per l’acquisto della prima casa; sale al 9% per una seconda proprietà.

Se l’immobile è ultimato da meno di 5 anni e viene venduto da un’impresa costruttrice, oltre all’imposta di registro di 200 € dovrai considerare anche l’IVA che ammonta al:

• 4% per l’acquisto di una prima casa;

• 10% per l’acquisto di una seconda casa;

• 20% nel caso di un bene di lusso.

L’importo delle imposte catastali e ipotecarie, invece, è di 200 € ciascuna, mentre si abbassano a 50 € per l’acquisto da privati. In ultimo, non dimenticare i costi relativi alla documentazione da fornire alla banca, variabili da Comune a Comune.

3. Mutuo ipotecario

SSe per l’acquisto della tua nuova casa devi avvalerti di un finanziamento, tieni presente che un mutuo ipotecario comporta una serie di costi aggiuntivi.

La spesa da sostenere per la perizia tecnica varia in base all’istituto di credito ma di norma si aggira intorno ai 300 €. Poi c’è da pagare l’istruttoria - circa l’1% del valore del mutuo - e l’imposta sostitutiva - lo 0,25% del valore del mutuo per la prima casa oppure il 2% per la seconda casa.

Se tutta questa burocrazia ti preoccupa, sappi che abbiamo ideato il nuovo Servizio Mutui gratuito per chi compra casa con Casavo. Al momento dell’acquisto di un immobile potrai contare sull’aiuto di un nostro specialista che si occuperà di:

  • raccogliere i documenti sull’immobile utili a inoltrare la richiesta di mutuo;
  • raccogliere i documenti di reddito;
  • monitorare lo stato di avanzamento;
  • soddisfare richieste specifiche da parte degli istituti bancari.

Una soluzione completa, senza costi aggiuntivi e che facilita ancora di più la tua esperienza di acquisto.

A proposito di budget…

Quando calcoli il valore dell’immobile che sei in procinto di acquistare, ricorda di verificare anche le spese condominiali. Per farlo con precisione ti suggeriamo di richiedere al venditore gli ultimi tre verbali delle assemblee con allegata la ripartizione millesimale. Lo storico ti aiuterà a calcolare in maniera dettagliata le rate di tua competenza per il futuro.

Assicurati inoltre che l’attuale proprietario abbia saldato tutte le bollette precedenti, così da non lasciare insoluti che potrebbero gravare sulle tue tasche.

Ecco un paio di domande a cui cercare risposta prima di acquistare casa.

Il venditore ha pagato le spese condominiali che gli spettano?

L’articolo 63 terzo comma del Codice Civile stabilisce che l’acquirente che subentra nei diritti di un condomino è responsabile del pagamento delle spese relative all’anno di acquisto dell’immobile e di quelle dell’anno precedente. Per questa ragione è importante controllare che il venditore non lasci alcuna insolvenza.

Per evitare spiacevoli sorprese, prima di mettere sul mercato un immobile di proprietà di Casavo, ci occupiamo sempre di verificare che non sia oggetto di ipoteche, pignoramenti o pendenze di alcun genere. Ogni proprietà che vendiamo è libera da vincoli legali e amministrativi ed è già stata sottoposta a tutte le opportune perizie e verifiche.

Ci sono spese condominiali straordinarie?

Controlla anche se nelle ultime assemblee condominiali sono stati approvati interventi di manutenzione straordinaria, ristrutturazioni e migliorie relative alle parti comuni del condominio.

Il Codice Civile stabilisce in ogni caso che le spese straordinarie deliberate prima della data di compravendita dell’immobile restino a carico del venditore.

Anche l’arredamento conta: i nostri consigli

IA meno che tu non abbia già tutto il mobilio che ti occorre, tra le spese da sostenere per la nuova casa c’è anche quella legata all’arredamento.

Il costo dei mobili varia a seconda dello stile che hai in mente - a proposito, hai pensato a come sceglierlo? - ma soprattutto in base a dove farai acquisti. L’arredo da catalogo delle marche più diffuse è reperibile a costi contenuti, mentre per quello realizzato su misura dovrai investire qualcosa in più.

Se stai cercando ispirazioni per il design della tua casa, non perderti le idee e i consigli di Casavo: troverai tanti spunti utili per riprodurre gli stili più in voga del momento, e per arredare le diverse aree della tua abitazione.

Riepilogando…

come calcolare il budget acquisto casa

Per vivere l’acquisto della tua nuova casa con tranquillità affidati a Casavo: tutto andrà come deve, e troverai un mondo di vantaggi che aspettano solo te. Mettiti alla ricerca della casa che hai sempre immaginato, sulla nostra piattaforma di annunci.

10 consigli e idee fai da te per arredare una casa piccola
Casavo

10 consigli e idee fai da te per arredare una casa piccola

Hai una casa piccola e hai voglia di cambiarne l'arredamento? Vieni a leggere i dieci consigli fai da te di Casavo!

10 consigli su come allestire una palestra in casa
Casavo

10 consigli su come allestire una palestra in casa

Voglia di allenarti in casa? Ecco 10 consigli pratici per allestire alla perfezione la tua palestra a domicilio sfruttando al meglio gli spazi.

10 consigli su come arredare e organizzare un piccolo balcone
Casavo

10 consigli su come arredare e organizzare un piccolo balcone

Hai un piccolo balcone? Vieni a scoprire i consigli di Casavo su come organizzare ed arredare il tuo balcone!

Ottieni una valutazione immediata online